Forte di Sant'Andrea

Forte di Sant'Andrea

Forte San AndreaIl Forte di Sant’Andrea, noto anche come Castelnuovo, è una fortezza che si erige sull’omonima isola, una piccola striscia di terra che si affaccia sul porto di San Nicolò al Lido, vicino all’isola delle Vignole. Innalzata nel 1543 su progetto dell’architetto Michele Sanmicheli, è una costruzione pregevole sia dal lato militare che da quello artistico edificata sui resti di precedenti opere difensive.

Consta di un corpo centrale e di un bastione esterno alla cui base erano poste le batterie (circa 40 artiglierie con vari angoli ti tiro). Insieme al forte di San Nicolò, a cui era collegato per mezzo di una lunga catena, costituiva un’importante sistema di difesa dell’ingresso settentrionale della laguna di Venezia.

Sulla parte anteriore del torrione è posta una lapide commemorativa della battaglia di Lepanto sormontata da un rilievo del leone di San Marco. Una terrazza sulla sommità del torrione, la cui funzione era probabilmente quella di raccolta dell’acqua, permette ai visitatori di godere di una vista affascinante sulla laguna di Venezia. Un’interessante descrizione del forte ci è stata lasciata da Giacomo Casanova che venne qui rinchiuso nel 1743.

L’accesso al forte si trova nella parte opposta rispetto al bastione, l’approdo è situato nel canale che separa l’isola di Sant’Andrea dall’isola delle Vignole. Rispetto al fronte esterno, questa zona era totalmente sguarnita di difese, probabilmente perché di faceva affidamento sulla potenza delle artiglierie poste sul fronte anteriore.

Il primo e unico colpo di cannone che partì da questa fortezza fu sparato il 20 aprile 1797, alla vigilia della caduta della Repubblica, contro la nave da guerra francese “La Liberateur d’Italie” che tentava di entrare con la forza in bacino.

Numerose sono state le opere di restauro per evitare il costante abbassamento dovuto alle forti correnti presenti in quel punto; a tal fine è stata costruita una sottofondazione che ha permesso di consolidare l’intera struttura.
Nonostante questi lavori abbiamo evitato la rovina della fortezza e sebbene nel 1996 questa sia stata inserita nel progetto della Provincia per il recupero e la valorizzazione dei forti militari presenti in laguna, la struttura è rimasta per molti anni in totale stato di abbandono, ricoperta dalle sterpaglie e raggiungibile solamente con imbarcazioni private.

Oggi vengono organizzate delle visite su prenotazione ad opera del Comitato Certosa e S.Andrea. I trasferimenti vengono effettuati dall’imbarcadero ACTV di S.Pietro di Castello a Venezia o dalla fermata ACTV delle Vignole.

 

Informazioni
Indirizzo:
isola di Sant’Andrea – 30100
Telefono: 041 2413717, 3683206846
Orari: le visite si effettuano su prenotazione
Email: comitatocertosa@infinito.it ; certosaisland@yahoo.it
Come arrivare: i trasferimenti all’isola vengono effettuati dal Comitato Certosa e S.Andrea dalle fermate ACTV di San Pietro di Castello o delle Vignole. Dalla fermata di Fondamente Nuove prendere la linea 13 per le Vignole
 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!