Museo di Torcello

Museo TorcelloIl Museo di Torcello, ospitato in due edifici situati nella suggestiva Piazza dell’isola,  raccoglie reperti archeologici provenienti dal territorio di Torcello, di Altino e da altre zone lagunari: lapidi, ceramiche attiche, corinzie, apuleie ed etrusche e ritratti marmorei di età romana.



Si articola in due sezioni: il Palazzo del Consiglio, la cui costruzione originaria risale al 1300, che ospita la Sezione Medievale e Moderna, e il Palazzo dell’Archivio, l’altro edificio superstite nella piazza, la cui struttura risale all’XI-XII sec., che ospita la Sezione Archeologica.
Nella prima sono conservati reperti paleocristiani, altomedievali e medievali, testimonianze della storia di Torcello  e dei dintorni dal VI al XVI sec.: formelle d'argento dorato del XIII sec., iscrizioni, frammenti di mosaici del XI-XII sec., frammenti scultorei dall'età bizantina al romanico, opere della scuola del Veronese, dipinti del XV-XVI sec., ceramiche veneziane e sculture lignee del '400. Di rilievo, un gonfalone tessuto in seta con fili d'argento, del 1336.
La seconda ospita reperti rinvenuti in area veneta e nel territorio lagunare, nonché materiali di varia provenienza tra i quali una serie di statuette egizie, coprendo un arco cronologico che va dal paleolitico alla tarda romanità.

Il museo nacque nel 1870 quando il Prefetto di Venezia, Luigi Torelli, acquistò il Palazzo del Consiglio per farne il luogo di raccolta degli oggetti antichi ritrovati a Torcello e nelle vicinanze.
Nel 1872 l’immobile fu donato alla Provincia di Venezia e fu così istituito il Museo Provinciale affidandone la direzione al ricercatore e studioso di antichità cav. Nicolò Battaglini. A questi subentrò Cesare Augusto Levi che proseguì nella raccolta di oggetti antichi e introdusse oggetti della sua collezione raccolti in numerosi viaggi. Nel 1887 acquistò il Palazzo dell’Archivio restaurandolo e facendovi sistemare le raccolte archeologiche dando così vita a quello che chiamò il Museo dell’Estuario. Tra i direttori che si sono succeduti ricordiamo: Luigi Conton, scopritore della necropoli ad Adria, da dove probabilmente portò oggetti a Torcello, Adolfo Callegari, a cui si devono interventi di inventariazione, catalogazione e restauro e la pubblicazione del catalogo Il Museo di Torcello, la Prof.ssa Giulia Fogolari e il Dott. Guido Zattera.



Informazioni

Indirizzo: Piazza Torcello - 30012 Torcello VE
Telefono: 041/730761
Fax:  041/730875
Orario: Marzo-Ottobre martedì-domenica 10.30-17.30, chiusura biglietteria 17.00; Novembre-Febbraio martedì-domenica 10.00-17.00, chiusura biglietteria 16.30)
Ingresso: Ingresso € 3; gruppi min 10 pax e bambini sotto i 12 anni € 1,50
Gratuito per le classi accompagnate dai docenti e per i bambini fino ai 5 anni.
Biglietti cumulativi: Basilica + Museo Archeologico della Provincia di Venezia con audioguida (marzo-ottobre martedì-domenica 10.30-17.30, chiusura biglietteria 17.00;novembre-febbraio martedì-domenica 10.00-17.00, chiusura biglietteria 16.30)  Ingresso € 8; gruppi min 10 pax e bambini sotto i 12 anni € 6; gratuità sotto i 6 anni.
Sito: sbmp.provincia.venezia.it/mir/musei/torcello/home.htm
Come arrivare: linee LN "Laguna Nord" e T "Torcello" con cambio a Burano. ACTV - tel. 041/2722111 - www.actv.it

 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!