Muoversi in città

Muoversi in cittàSicuramente la presenza di numerosi ponti è un ostacolo non indifferente per le persone con disabilità motoria. Tuttavia, conoscendo i servizi a disposizione e il diverso grado di accessibilità delle aree della città, diventa possibile visitare Venezia in tutta tranquillità.

Da alcuni anni l'amministrazione comunale è impagnata nella realizzazione di interventi di eliminazione delle barriere architettoniche in alcune aree strategiche della città, con l'obiettivo di migliorare l'accessibilità urbana.

Tra le soluzioni adottate ci sono:

  • gradini agevolati: alcuni ponti della città hanno gradini bassi che rendono semplice il loro attraversamento. Sono presenti sul Ponte delle Guglie a Cannaregio, sul Ponte San Felice a Cannaregio e sul Ponte delle Cappuccine nell'isola di Burano.

  • marca-gradino: delle strisce in materiale antisdrucciolo e contrastato rispetto alla pedata che rendono più sicura la percorribilità del ponte ad una persona ipovedente o a chiunque si trovi in una situazione di scarsa illuminazione. Questa soluzione è stata adottata per i ponti di nuova generazione, perché gli altri presentano tutti la bianchissima Pietra d'Istria alternata alla trachite scura per marcare il gradino, soluzione individuata già dai veneziani del XV secolo.

  • passerelle a raso: delle vere e proprie passerelle, senza alcuna pendenza, che collegano due rive del canale. Sono le migliori soluzioni per le persone con difficoltà motoria, ma impediscono il passaggio delle imbarcazioni. Ne sono state realizzate solo due, provvisorie, sul Rio della Crea a Cannaregio e nel centro dell'isola di Burano.

  • pavimentazioni tattili: per la mobilità dei non vedenti sono stati realizzati degli interventi per favorirne l'orientamento ed eliminare le situazioni di pericolo utilizzando delle pavimentazioni tattili. Queste pavimentazioni sono posizionate in prossimità di rive non protette (in Calle Bernardo, in Fondamenta della Misericordia e in corrispondenza del Ponte di San Rocco) o di ponitli actv (a Piazzale Roma, a Murano, alle Zattere e infine alle F. ta Nove).
     
  • servoscala: pedane che si muovono in modo obliquo parallelamente al percorso dei gradini e che consentono di superare questi ostacoli con molta facilità. Per utilizzare questi meccanismi è necessario avere delle chiavi reperibili presso gli sportelli dell'APT e degli uffici URP e Informahandicap del Comune di Venezia. Nel centro storico si trovano sul Ponte Goldoni, sul Ponte Manin, sul Ponte del Teatro, sul Ponte dei Frati e sul Ponte Novo. Nell'isola di Murano sul Ponte de Mezo ( Vetrai. Nell'isola di Burano sul Ponte degli Assassini e sul Ponte Terranova.

  • rampe: ottime soluzioni che richiedono peò molto spazio per ottenere una pendenza adeguata. Ne esistono solo due a Venezia e in zone periferiche della città: sul Ponte dei Lavraneri alla Giudecca e sul Ponte Zaniol nell'isola di Murano.

  • rampe provvisorie: ce ne sono di due tipi, quelle che vengono posizionate per la VeniceMarathon lungo tutta la riva degli Schiavoni, e quelle componibili, disposte su certi ponti con gradini molto profondi come il ponte della Paglia.

Esistono anche una serie di servizi per agevolare la mobilità:

  • noleggio carrozzine: per chi lo desiderasse, è possibile noleggiare delle carrozzine leggere, piegevoli e di tipo manuale per muoversi in città

  • noleggio auto e motoscafi: a Mestre e a Venezia è possibile noleggiare un mezzo attrezzato per il trasporto di persone disabili non deambulanti con conducente (auto, pulmino o motoscafo).
Back
Share/Save/Bookmark

Your vacation starts here

Call Center

+39 041 5222264
Everyday from 8. a.m. to 11 p.m.
 
Call now!

Welcome Desk

5 Welcome Desks in the strategic points of arrival in Venice!
 

Where we are