Accessibilità di Musei e Palazzi

Accessibilità di Musei e Palazzi Qui troverete informazioni circa l'accessibilità di alcuni Musei e Palazzi di Venezia ricavate dalla guida dei luoghi d'arte accessibili realizzata nel 2001 grazie all'aiuto di alcuni ragazzi disabili che hanno sperimentato l'accesso agli edifici. 

 



Palazzo Labia (Salone del Tiepolo): per raggiungere palazzo Labia bisogna scendere alla fermata "Ferrovia" della linea 1 o 2 dell'Actv e imboccare la lista di Spagna. Il percorso dalla stazione al palazzo è di 300 metri circa e non presenta ponti.L'accesso al salone del Tiepolo, al primo piano, è facilmente raggiungibile mediante un ascensore che è preceduto da una rampa corta e un po' ripida. Nessun ausilio per ipo-non vedenti. C'è un servizio per disabili.

Galleria Franchetti Ca' d'Oro
: dalla fermata del vaporetto di linea 1 "Ca' d'Oro" bisogna percorrere 10 metri privi di bariere architettoniche per raggiungere l'ingresso della Gallerie. L'ingresso presenta un piccolo ostacolo costituito da un gradino. E' presente un ascensore per raggiungere il secondo piano, però l'accesso alle varie stanze è ostacolo da uno o più gradini. Nessun ausilio per non-ipo vedenti. Il servizio igienico è praticamente inaccessibile per una persona in difficoltà.

Scala Contarini del Bovolo
: questo piccolo gioiello di Venezia è per sua natura una barriera architettonica. L'accesso alla scala è quindi impossibile per persone con disabilità motoria, ma è sempre possibile ammirarla da fuori, dove la si apprezza in tutto il suo splendore. Dalla fermata del vaporetto di linea 1 di Rialto il percorso per raggiungerla è privo di barriere architettoniche. Se invece si scende alla fermata della linea 2 il percorso è ostacolato dalla presenza di un ponte, che però è servito di servoscala.
 
Scuola Grande di San Rocco: dalla fermata del vaporetto "San Tomà" il percorso per raggiungere la Scuola non presenta nessun ostacolo. Per entrare nella Scuola bisogna superare 2 gradini e una porta di vetro, è possibile richiedere l'aiuto di un operatore che vi aiuterà anche a muovervi all'interno dell'edificio mediante l'utilizzo di una carrozzina dotata di cingolato per superare le scalinate. Non c'è nessun ausilio per ipo-non vedenti.

Ca' Rezzonico - Museo del Settecento Veneziano: per raggiungere il Museo bisogna scendere alla fermata "Ca' Rezzonico" della linea 1 dell'Actv. L'entrata principale sul Canal Grande, accanto all'imbarcadero, è raggiungibile attraverso un ponte di legno senza servoscala e per giungere alla biglietteria bisogna scendere ancora alcuni gradini. L'entrata secondaria si raggiunge percorrendo la calle lunga e il Campo San Barnaba, ma anche in questo caso bisogna superare un ponte privo di servoscala prima di accedere al Museo. Questa entrata è fornita di pedane e apposite strutture di supporto.
All'interno il Museo è quasi completamente agibile; il piano nobile del palazzo è raggiungibile con l'ascensore. I servizi igienici sono accessibili ai disabili. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.

Palazzo Grassi: si scende alla fermata S. Samuele della linea 2 dell'Actv. All'entrata c'è un piccolo scalino e altri due al terzo piano ma il personale è disponibile per aiutarvi manualmente o per installare delle pedane che faciliterano l'accesso. Il museo è provvisto di ascensore e di bagni per disabili. C'è un servizio igienico riservato ai disabili. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.

Gallerie dell'Accademia: scendere alla fermata del vaporetto "Accademia", raggiungibile mediante le linee  1 o 2. Sia l'accesso che lo spostamento all'interno delle gallerie è difficoltoso. All'ingresso vi sono 3 gradini, mentre per accedere alle sale si deve salire una lunga rampa di scale superabile solo con l'aiuto di accompagnatori. I servizi igienici sono inagibili ai disabili. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.
 
Collezione Peggy Guggenheim: scendere alla fermata del vaporetto "Accademia", raggiungibile mediante le linee  1 o 2. Per raggiungere la collezione d'arte moderna bisogna percorrere circa 450 metri e superare un ponte con 11 scalini. Il Museo, che è privato, presenta numerose barriere. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.

Museo Civico Correr: scendere alla fermata "Vallaresso" delle linee 1 e 2 dell'Actv. Il percorso per raggiungere il museo, che si trova in Piazza San Marco, non presenta ostacoli. Alle persone con difficoltà di deambulazione si consiglia di avvisare telefonicamente prima della visita per poter accedere da Calle del Salvadego dove verrà sistemata una pedana per usufruire dell'ascensore che porta al primo piano.
Il Museo è completamente accessibile, alcune pedane sono costantemente in uso, altre vengono poste all'occorrenza. Tra il primo e il secondo piano l'ascensore è agibile solo alle carrozzine più piccole (larghezza porte 57 cm.). Per accedere al secondo piano le persone in carrozzina vengono fatte passare attraverso sale non aperte al pubblico.
Da sottolineare la presenza, al primo piano, di bacheche scritte in caratteri braille per i non vedenti.
Previo avvertimento, il Museo dota il visitatore non vedente di un sensore che, collegato ad un altoparlante situato sopra la porta di ogni sala del Museo ne guida la visita. Inoltre, sono presenti delle transenne di legno che accompagnano la persona non vedente, avvertendola (mediante incisioni) di essere di fronte a un'opera che l'altoparlante provvede a descrivere.
In una sala, infine, sono presenti bacheche che espongono dei bronzetti: il personale aprirà le bacheche, permettendo ai non vedenti di toccare i bronzetti per meglio capire la spiegazione data loro attraverso gli altoparlanti. C'è un servizio igienico riservato ai disabili.

Palazzo Ducale: scendere alla fermata "Vallaresso" delle linee 1 e 2 dell'Actv. Il percorso per raggiungere il museo, che si trova in Piazza San Marco, presenta l'ostacolo di 3 gradini in pietra d'istria che portano alla piazza.
Per accedere al Palazzo di passa per la Porta della Carta. All'interno è presente un ascensore che vi permetterà di accedere alla Sala del Senato e agli appartamenti del Doge. Per usufruire di questo servizio rivolgersi al personale del guardaroba. Le altre parti del palazzo non sono accessibili alle persone in carrozzella. Al piano terra c'è un bagno attrezzato per persone disabili. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.
 
Fondazione Querini Stampalia: Scendere alla fermata di San Zaccaria di fronte all'Hotel Danieli. Il percorso per raggiungere la Fondazione prevede il superamento di un ponte. Un ulteriore ponte è presente all'ingresso dell'edificio. Per evitare questo ostacolo, programmare la visita telefonicamente in modo da farsi aprire la porta sul retro, in Corte Nuova. Si consiglia pertanto l'entrata sul retro in Corte Nuova. L'interno è agibile grazie anche a due ascensori accessibili ai disabili in carrozzella accompagnati.
Ci sono servizi igienici riservati ai disabili. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.

Museo Storico Navale: scendere alla fermata "Arsenale" della linea 1 dell'Actv. Il percorso per raggiungere il museo, distante circa 100m, presenta l'ostacolo di un ponte privo di qualsiasi ausilio per disabili.  All'ingresso vi è solo un gradino, ma gli ostacoli maggiori sono presenti all'interno, dove, per accedere ai quattro piani, è necessario superare della rampe di scale da 20 gradini, prive di alcun ausilio. Fa parte del museo anche il "padiglione delle Navi", raggiungibile percorrendo la fondamenta dell'Arsenale per ca. 150 metri, visitabile non essendovi barriere architettoniche e superando i 4 gradini di ingresso dotati di scivolo con ringhiera d'appoggio. Non ci sono servizi igienici. Nessun ausilio per ipo-non vedenti.

Scuola di San Giorgio degli Schiavoni: scendere alla fermata "Arsenale". Il percorso per raggiungere il la Scuola, distante 500m dalla fermata del vaporetto, presenta l'ostacolo di un ponte. All'entrata della Scuola vi sono due gradini. Il piano superiore non è accessibile. Non ci sono servizi igienici né ausilii per ipo-non vedenti.

Punta della Dogana (François Pinault Collection): di recente apertura, il museo di Punta della Dogana è facilmente raggiungibile scendendo alla fermata del vaporetto "Salute".

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!