Gassman direttore del Teatro Stabile del Veneto

12-ott-2009

Gassman direttore del Teatro Stabile del VenetoVotato all’unanimità dal consiglio di amministrazione, Alessandro Gassman sarà fino al 2014 direttore del Teatro Stabile del Veneto che raggruppa il Teatro Goldoni di Venezia, il Teatro Verdi di Padova e il Teatro Olimpico di Vicenza. Dopo l’esperienza al Teatro Stabile d’Abruzzo, l’attore subentrerà a Luca De Fusco che è stato direttore dei tre teatri veneti per un decennio.


De Fusco non ha esitato ad esprimere la propria disapprovazione circa la scelta del suo successore che a suo parere è tutto eccetto che un organizzatore teatrale. Al Giornale dello Spettacolo ha dichiarato che Gassman non ha mai organizzato nulla perché nei sette mesi in cui ha diretto lo Stabile dell’Aquila non si è quasi mai visto. La sua delusione deriva anche dal fatto che dopo 10 anni, e nonostante i risultati raggiunti, viene rimpiazzato così su due piedi senza nessuna motivazione : “Sembrava che avessero deciso di non riconfermarmi perché volevano un direttore veneto - ha spiegato il regista napoletano - invece arriva Gassman che nulla ha di veneto. Mi sembra grave come conclusione. Dà l'impressione che la persona sia stata scelta perché non assicura la sua presenza in teatro. E lascia così il vero potere ad altri".

E’ stato definito “uno scandalo tipicamente italiano” da qualche quotidiano locale che non ha gradito che la meritocrazia non sia stato un criterio di selezione. La scelta unanime di eleggere Gassman come nuovo direttore è stata motivata dal fatto che l’attore romano ha espresso il suo convinto apprezzamento circa gli indirizzi deliberati dal Cda nel luglio scorso. La strategia programmatica che ne consegue prevede di:

  • sviluppare le produzioni di spettacoli di interesse nazionale e internazionale;
  • promuovere le collaborazioni, interferenze e reciproche suggestioni tra cinema e teatro
  • continuare il lavoro di ricerca e valorizzazione degli autori veneti del novecento e contemporanei;
  • innovare le modalità di selezione degli attori, recuperando la pratica dei provini così da non perdere l'opportunità di conoscere e lanciare eventuali giovani di talento;
  • intensificare le collaborazioni con scuole e università per aprire un dialogo teatrale con il pubblico giovanile.

A prima vista la linea programmatica non sembra molto diversa da quanto è stato intrapreso in questi anni da De Fusco.  Il programma si fonderà infatti sulla drammaturgia contemporanea, sui classici e sulla tradizione veneta. Per quanto riguarda Gassman, le sue prime parole sono statedi soddisfazione nel veder coincidere le sue idee di "Fare teatro" con quelle del Teatro Stabile del Veneto. "Sono molto contento della nomina a direttore di un Teatro Stabile così importante come quello del Veneto, una regione in cui amo venire in tournée per i suoi splendidi teatri e per il suo pubblico colto e attento". Chissà se pure i frequentatori dei tre teatri veneti son contenti come lui...

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!