Fondazione Bevilacqua La Masa

Fondazione Bevilacqua La MasaAlla fine del secolo scorso, la duchessa Felicita Bevilacqua La Masa lasciò alla città di Venezia il proprio Palazzo sul Canal Grande, Cà Pesaro, che volle destinare "a profitto specie dei giovani artisti ai quali è spesso interdetto l'ingresso nelle grandi mostre".

Quali eredi sarebbero stati migliori, se non l'arte e la città lagunare da sempre unite in un vincolo virtuoso? Su queste premesse nacque la Fondazione Bevilacqua La Masa, che divenne rapidamente il punto di riferimento e il trampolino di lancio per giovanissimi autori tra cui ricordiamo Boccioni, Casorati, Semeghini, Gino Rossi e Arturo Martini. Pensata e voluta per dare spazio alle ricerche artistiche giovanili, la Fondazione Bevilacqua La Masa continua la sua missione dopo oltre un secolo di vita, con la promozione di mostre sul territorio nazionale e di occasioni di confronto internazionale per giovani artisti.
La Bevilacqua La Masa considera parte dei suoi compiti anche il porsi come luogo di osservazione e archiviazione del lavoro degli esordienti, collegandosi alle accademie, alle università e agli archivi italiani già esistenti di maggiore prestigio.
Un altro passo in tale direzione è venuto dall'apertura al pubblico degli studi di Palazzo Carminati a San Stae, pensati come atelier e concessi gratuitamente agli artisti under 30.
La Fondazione ha cercato di affiancare al lavoro di promozione delle ultime generazioni anche mostre che si ponessero come momenti di riflessione storica sul Novecento: dopo la celebrazione nel 1999 del centenario, gli spazi della Bevilacqua La Masa hanno ospitato esposizioni quali quelle dedicate a Jean-Michel Basquiat, Louise Bourgeois, Joseph Beuys, Milton Glaser, Shirin Neshat, Frida Kahlo, Sonia Delaunay e al critico Giuseppe Marchiori.

La sede principale delle esposizioni della Fondazione è in Piazza S. Marco, sotto i portici delle Procuratie Nuove. Lo spazio si sviluppa su due piani e si presta sia a mostre storiche che a rassegne prettamente contemporanee.

Gli uffici della Fondazione Bevilacqua La Masa hanno trovato una nuova collocazione nel Palazzetto Tito di San Barnaba nel sestiere di Dorsoduro, già dimora degli artisti veneziani Ettore e Luigi Tito che ha disegnato i fregi della facciata. La sede è felicemente collocata nel polo universitario della città, tra l'Accademia di Belle Arti, Ca' Foscari e lo Iuav - Università di Venezia.

Dopo il restauro durato tre anni tornano alla Bevilacqua gli spazi di Palazzo Carminati: sette studi e due foresterie da adibire a studi e residenze per giovani artisti.

Gli spazi nel Chiostro di SS. Cosma e Damiano, alla Giudecca, che erano stati provvisoriamente concessi durante il restauro di palazzo Carminati, rimangono a disposizione della fondazione.



Contatti:

Galleria di Piazza San Marco

San Marco, 71/c - 30124 Venezia
Tel: +39 041 5237819
Palazzetto Tito - sede istituzionale
Dorsoduro, 2826 - 30123 Venezia
Tel: +39 041 5207797/+39 041 5208879
Fax: +39 041 5208955
Palazzo Carminati - studi degli artisti
Santa Croce 1882/a 30135 Venezia
Sito web: www.bevilacqualamasa.it
E-mail: info@bevilacqualamasa.it

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!