Penone e Vezzoli nel Padiglione Italiano alle Tese delle Vergini

25-lug-2007

Penone e Vezzoli nel Padiglione Italiano alle Tese delle VerginiFra le novità principali della 52 Esposizione d’arte Internazionale della Biennale di Venezia, la riapertura, dopo otto anni di assenza, del Padiglione Italiano alle Tese delle Vergini dell’Arsenale.


Protagonisti due allestimenti concepiti e realizzati per l’occasione: Sculture di linfa di Giuseppe Penone (Garessio, Cuneo, 1947) e Democracy di Francesco Vezzoli (Brescia, 1971).
Ida Giannelli, curatrice del padiglione, mette a confronto due linee distanti ma complementari dell’arte italiana contemporanea.
L’opera di Penone svela le potenzialità di suggestione della materia; Sculture di linfa è un’installazione composta da opere di grandi dimensioni (legno e marmo) e da disegni.
La linfa, nutrimento della terra e simbolo energetico, scorrendo sulla corteccia degli alberi rivela la forma del legno e le vene del marmo e allo stesso tempo funge da trait d’union tra uomo e natura.
Democracy è invece la video-proiezione di una vera e propria campagna elettorale.
Vezzoli, prendendo spunto dalle imminenti elezioni presidenziali americane del 2008, invita il pubblico ad assistere ad un match fra due ipotetici candidati, ponendo un accento critico significativo sulla strumentalizzazione dei media ad opera dei poteri forti.

di Valeria Romeo
:venews luglio 2007

«Sculture di linfa»
Giuseppe Penone
«Democracy»

Francesco Vezzoli

Tese delle Vergini, Arsenale
Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!