Ad alta voce

17-ott-2007
di Emiliano Corazza | :venews

Ad alta voceDopo Subway con i suoi racconti metropolitani negli imbarcaderi, ora Ad Alta Voce ci imbarca direttamente nei vaporetti, con reading di autori noti e meno noti confusi tra i passeggeri...

Scrivere di un evento in cui il protagonista è il libro, la lettura, il lettore, è ormai cosa rara, ma ancora possibile. Così eccomi a scrivere sulla scrittura e sulla lettura, paradosso di cui già Platone avvertiva il potenziale pericolo. I libri andrebbero ascoltati, mai solo letti…

Ad Alta Voce, la maratona di lettura solidale organizzata da Coop Adriatica, in collaborazione con Ausilio per la cultura, Auser, Librerie.coop, porterà decine di poeti, scrittori e attori a leggere i propri libri preferiti in luoghi insoliti di Venezia il 20 ottobre, offrendo una rara occasione ad un approccio totalmente orale al libro, un con-tatto con la carta senza tatto, ma genuinamente uditivo.

Alla maratona letteraria partecipano tra gli altri Mario Monicelli, Ferdinando Camon, Mauro Corona, Roberto Citran, Pino Roveredo, insieme agli scrittori migranti Tamara Jadreicic, Cristan Maksim, Jarmila Ockayova.
Non posso non pensare alle righe di Proust, nelle quali il libro è descritto prima di tutto come evento ed incontro con se stessi, in cui ogni lettore, quando legge, legge se stesso.
L'opera dello scrittore è così soltanto una specie di strumento ottico che è offerto al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso.

E così a Venezia lettura, introspezione e spazio si fonderanno in un’unica dimensione: si leggerà ad alta voce in vaporetto, nelle case di riposo, nei centri sociali, alla stazione ferroviaria, nei supermercati, alle poste centrali… Questi alcuni dei luoghi che saranno animati da decine di poeti, scrittori e attori, e questo lo spirito di Ad Alta Voce, di questa strana maratona letteraria ospitata a Venezia e prima ancora a Bologna.

La settima edizione della maratona darà anche ampio spazio alla letteratura migrante con la presenza di autori stranieri. Non mancheranno nemmeno giovani autori, età media 27 anni, scelti dalla quinta edizione di Coop for words, il premio letterario promosso da Coop Adriatica e riservato a scrittori esordienti o emergenti che si sono dedicati non solo a storie, poesie e blog, ma anche al fumetto, genere troppo spesso considerato di secondaria importanza.

Nobile anche lo scopo della manifestazione: quello di promuovere “Ausilio per la cultura”, l’attività di prestito a domicilio di libri ad anziani e disabili realizzata da volontari e soci Coop, nei territori di Venezia e provincia.
La maratona ha ricevuto nelle scorse edizioni la Medaglia d’argento della Presidenza della Repubblica per essere un appuntamento culturale di grande interesse per il valore dei temi proposti e gode del patrocinio del Ministero i Beni e le Attività culturali, della Regione del Veneto, della Provincia di Venezia, nonché dell’Università di Venezia.
Un evento da non perdere dunque, un’occasione per avvicinarsi alla lettura e all’ascolto del libro grazie a molti scrittori affermati che hanno già offerto la loro disponibilità e molti emergenti, tutti da scoprire.
Così, verrebbe quasi da concludere con le parole di Karl Kraus, «Troveremo mai il tempo per non leggere (ed ascoltare!) tante cose?»

 

di Emiliano Corazza | :venews
ottobre 2007 

«Ad Alta Voce. Libri da condividere»
Sabato 20 ottobre vari luoghi di Venezia

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!