Installazione di Georges Adéagbo alla Querini

14-gen-2008
di C.B. | :venews

Installazione di Georges Adéagbo alla Querini Il rapporto tra l’Africa e l’Europa, la colonizzazione, il dramma della guerra e della schiavitù, il cannibalismo culturale, la religione, la democrazia, l’arte: è il passato che ritorna, implacabile, crudele, spietato, incancellabile.

È il peso di una coscienza storica nascosta, cancellata, sepolta, o semplicemente addormentata nel tempo… un tempo che scorre, inesauribile e sconfinato, ma che non dimentica, conservando le tracce e i segni indelebili di ciò che è stato, trascorso, vissuto.

Un passato che l’artista africano Georges Adéagbo ci richiama alla memoria e ci fa rivivere attraverso il suo sguardo intenso e disincantato: suggestive narrazioni i cui significati travalicano i confini tra paesi, culture, epoche e linguaggi.
Adéagbo è un ‘collezionista’ che sistematicamente raccoglie e cataloga fotografie, libri, stoffe, ritagli di giornale, assemblandoli insieme a seconda del contesto in cui opera.
Ne derivano grandi installazioni site-specific che colmano lo spazio con un'eterogenea molteplicità di segni ed immagini, messi in relazione tra loro con un sapiente gioco di significati, corrispondenze e rimandi.

Incentrato sul rapporto fra arte antica e arte contemporanea, La rencontre - Venise- Florence trae ispirazione proprio dall’incontro con una cultura e una storia assai lontana: Venezia e il fascino recondito del suo passato e delle sue tradizioni.

I libri e le carte antiche della famiglia Querini Stampalia, i dipinti di Pietro Longhi e del Bellini diventano così parte di un’unica narrazione che ci fa rivivere in modo straniante e coinvolgente il ‘passato’ e la storia riflessi sul nostro presente.

di C.B. | :venews
dicembre 2007 

 

Georges Adéagbo
Fino al 10 febbraio 2008
Fondazione Querini Stampalia

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!