Salone nautico di Venezia 2008

13-mar-2008

Venezia e la marineria? Per fortuna che c’è il Salone Nautico.
A riaccendere annualmente l’attenzione sull’anima più antica e profonda della città, oltre che sull’economia legata al settore e sull’ampio indotto che ne consegue, sono i nove giorni del Salone Nautico di Venezia.
Un evento, la cui settima edizione andrà in scena dall’8 al 16 marzo, che si è arricchito negli anni di connotazioni che vanno al di là dell’esposizione di barche e accessori.

Il valore aggiunto, che lo rende qualcosa di più e di diverso da una peraltro interessante e ricca vetrina di prodotti, è l’essere a Venezia, città che obbliga, in qualunque settori ci si confronti, ad un salto di qualità. Parlare di nautica diventa così l’occasione per confrontarsi, nei vari dibattiti e convegni in programma tra la Marittima e il Vega, su propulsioni sostenibili e sul problema dell’uso smodato di legno/alberi per piantar pali, paline e briccole.
Temi ambientali in primis, ma poi anche incontri sulla ricostruzione del Bucintoro, sul turismo nautico, sullo sviluppo dei servizi per la nautica e sulla formazione legata ad un settore che da dieci anni è uno dei pochi, nel nostro paese, che continua a crescere per fatturato e numero di posti di lavoro.
E proprio la nautica, nelle sue varie sfaccettature, rappresenta una straordinaria opportunità di riconversione del waterfront portuale a Marghera, come a San Basilio ed in Marittima, riconversioni che in altre città di mare, come Barcellona o Genova, hanno scatenato una autentica rinascita urbana e del tessuto socioeconomico.

Tematiche di grande attualità discusse all’interno di una fiera che nel tempo ha saputo crescere fino a diventare la maggiore manifestazione di settore nell’Adriatico.
Una vetrina importante per cantieri nazionali ed europei, ed anche naturalmente per le moltissime aziende nautiche che insistono nel Nord Est.
Cantieri di qualità la cui produzione spazia dalle artigianali costruzioni in legno delle barche della tradizione lagunare, agli yacht da milioni di euro.
E poi ancora spazio alle marine e ai porticcioli, quelli noti e i molti costruendi lungo le due sponde dell’Adriatico tornato ad essere una mecca del turismo nautico.

Ma il Salone Nautico è anche Festival del Mare perché ai suoi visitatori offre un contorno di piacevoli esibizioni con un intenso calendario di regate, a remi e a vela, e di varie sfide tra cui quelle spettacolari su moto d’acqua.

Novità della prossima edizione è la sezione «Passion Yachts and Emotions», dal 13 al 16 marzo al Molino Stucky, oggi maestoso albergo della catena Hilton, che ospiterà un’ampia area espositiva dedicata a una cinquantina di prestigiose aziende legate al lusso e al benessere fra cui i marchi: Bang&Olufsen, Jacuzzi, Monique Lecerf, Maleky Antique Rugs, Isaia Spa, Vyrus divisione motori, OpereSonore, Jazz, Archimede Seguso, Technogym, Domenico Longo, Power Plate, Cantieri Dalla Pietà, Malcom Reid, Bowmore Islay Single Malt, Cantieri Rizzardi, Luis Royer Cognac, Idol Vodka, Fiera Cavalli, Luigi Bevilacqua tessuti, Loewe.

Un Salone Nautico dalle diverse anime, capace di soddisfare molti palati, ma che ha soprattutto il grande merito di ricordare ai veneziani e soprattutto ai serenissimi amministratori quale sia il DNA della città e quale potrebbe essere il suo futuro.

di Sebastiano Giorgi |:venews
marzo 2007 

 

«7° Salone Nautico Internazionale di Venezia»
Dall’8 al 16 marzo Stazione Marittima
www.festivaldelmare.com

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!