Biennale Musica 2008

Biennale Musica 2008Il 52. Festival Internazionale di Musica Contemporanea  si svolgerà a Venezia dal 2 al 18 ottobre. Il programma prevede la partecipazione di 77 compositori per 34 concerti, con 13 grandi ensemble – strumentali e vocali – 3 orchestre, 8 solisti oltre a incontri, seminari e laboratori.
Il titolo del festival, Radici Futuro è il tema di fondo di tutti i concerti  ed intende sottolineare  la continuità tra passato e futuro, il tema è stato  scelto dal direttore Luca Francesconi. 

Nella manifestazione infatti giovani musicisti si esibiranno con artisti già consolidati ed affermati e con maestri che hanno influenzato la storia della musica nel secolo scorso.
Radici Futuro, come sottolinea il nuovo direttore artistico, significa “riflettere su ciò che ha lasciato una traccia, a partire dai giovani che l’hanno raccolta e ne sono stati ispirati, ricollegandosi in questo percorso anche alla tradizione di Venezia e della Biennale”.

Il concerto inaugurale del 2 ottobre si apre con Igor Stravinskij e Luigi Nono, due autori che hanno avuto un ruolo cruciale non solo nella storia della musica ma anche determinante per Venezia e per la Biennale.
Il concerto apre il festival con lo stesso Canticum Sacrum ad honorem Sancti Marci nominis che Stravinskij dedicò alla città e che diresse nel 1956 con l’Orchestra del Teatro La Fenice, oggi di nuovo presente alla Biennale con Eliahu Inbal sul podio.
I protagonisti del concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Arturo Tamayo (3 ottobre, Teatro alle Tese) saranno Iannis Xenakis, Helmut Lachenmann e Michele dall’Ongaro, accompagnati di nuovo da Stravinskij, questa volta con le Variations dedicate ad Aldous Huxley, in apertura e in chiusura di serata. 

Per il secondo concerto dell’Orchestra del Teatro La Fenice spunta il nome del grande maestro polacco Witold Lutoslawski, con  Azio Corghi, Fabio Vacchi e Magnus Lindberg (5 ottobre, Teatro La Fenice).

L’Orchestra dell’Arena di Verona, diretta da Renato Rivolta, è presente alla Biennale Musica con pagine di Alessandro Solbiati, Kaija Saariaho, Hilda Paredes e Giacomo Manzoni. 

Il 4 ottobre al Teatro La Fenice si esibirà l’ensemble contemporaneo britannico più famoso al mondo, la London Sinfonietta diretta da Diego Masson. Con questo concerto si apre uno squarcio sulla musica inglese - rappresentata da Oliver Knussen, Luke Bedford, Julian Anderson, messa a contatto con le influenze provenienti dal continente di un grande autore come Gérard Grisey.

È proprio a Gérard Grisey, a Karlheinz Stockhausen e a Luciano Berio che questa edizione del festival di musica rende omaggio. Le molteplici esecuzioni di questi autori ripercorrono tutta la programmazione, mettendo in rilievo la forza delle loro opere che hanno avuto successo in diverse fasce di pubblico e la loro grande influenza sulle scritture delle nuove generazioni.

Il 7 ottobre al  Teatro La Tese verrà rappresentata la messinscena di Michaels Reise um Die Erde: uno degli autori che più hanno inciso sulla musica accademica e non, viene messa in circolo dal linguaggio scenico, visionario e radicale della compagnia catalana La Fura dels Baus, con la complicità dell’ensemble musikFabrik.

 

 

Informazioni utili:

Biennale Settore Musica
Palazzo Giustinian Lolin San Vidal
San Marco 2893
30124 Venezia
Tel: 041 52 188 98
Fax: 041 52 188 43 
dmtsegreteria@labiennale.org
www.labiennale.it


 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!