• lunedì
  • martedì
  • mercoledì
  • giovedì
  • venerdì
  • sabato
  • domenica
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Cerca eventi





  • Arte
  • Musica
  • Teatro e danza
  • Feste tradizionali
  • Eventi speciali

Beach Mask Festival

Beach Mask FestivalRitorna anche quest’anno nella cornice di Cavallino-Treporti il Beach Mask Festival, Festival Internazionale del Teatro in Maschera, ideato e diretto da Alessio Nardin dal 18 al 25 luglio 2009.

 

L’iniziativa è promossa dal Comune di Cavallino-Treporti, dal Parco Turistico di Cavallino-Treporti e dalla Regione Veneto, mentre l’ideazione e l’organizzazione dell’evento è affidata a “Kalambur Teatro” e “Veneziainscena”.


PROGRAMMA

15 luglio
ore 11.30
Conferenza stampa
Punta Sabbioni Camping Marina di Venezia

18 luglio

ore 22.00
Spettacolo "Il cornuto immaginario" - Fraternal Compagnia - Dir. Massimo Macchiavelli
Punta Sabbioni - Lungomare Dante Alighieri

20 luglio 
ore 21.15
Spettacolo "Nomadi Urbani" - Flic Circo-Teatro  - Dir. Raymond Peyramaure
Ca' Ballarin - Camping Union Lido

21 luglio

ore 21.15
Spettacolo "Nomadi Urbani" - Flic Circo-Teatro  - Dir. Raymond Peyramaure
Ca' Pasquali - Via Poerio

22 luglio
ore 21.15
Spettacolo "Nomadi Urbani" - Flic Circo-Teatro  - Dir. Raymond Peyramaure
Ca' Pasquali - Via Poerio
Punta Sabbioni - Camping Marina di Venezia

25 luglio
Spettacolo "La Tempesta" VENEZIAINSCENA- Compagnia Internazionale - Dir. Alessio Nardin
Treporti - Piazza SS.Trinità

Il cornuto immaginario Liberamente ispirato all’Amphiparnaso di Orazio Vecchi
Regia e adattamento - Massimo Macchiavelli
Coreografie - Tania Passarini
Maschere e scene - Aurelio Quagliano
Interpreti: Massimo Macchiavelli, Paolo Busi, Chiara Vitale, Luca Serafini, Veronica Capozzoli, Jessica Leonello, Leonide Maccagnino, Ilaria Dore,Tania Passarini, Mavi Gianni, Matteo Ferrari.

In questa storia d’amore intrisa di dramma e comicità si rincorrono in un uso tradizionale ma al tempo stesso moderno gli elementi caratterizzanti la Commedia dell’arte. Nell’ Anfiparnaso, vediamo agire maschere tradizionali come Pantalone (il vecchio avaro, satiro, balbuziente) e il suo servo Predolino, gli innamorati (Lucio e Isabella), il pedante erudito (Balanzone) qui chiamato Graziano che hanno in mano la storia commentata dai madrigali che nella nostra messa in scena, accompagnano, sottolineandola, l’azione scenica, diventando un corpo musicale protagonista all’interno della storia. I lazzi, le maschere, le acrobazie dei servi, le tirate dei vecchi, il melò degli amorosi vanno a comporre una storia semplice ma di virtuosa spettacolarità. Il capolavoro polifonico deve parte della sua fortuna nei secoli all'inedito cimento con l'unione dei due Parnasi, quello della musica e quello della poesia comica, alla quale il titolo allegorico ('doppio Parnaso') fa esplicito riferimento.

La Fraternal Compagnia nasce nel 2000 in seguito alla realizzazione di uno spettacolo dimostrazione omonimo che debutta al Teatro San Martino di Bologna; frutto di un laboratorio realizzato in ambito sociale (con gli homeless di Bologna) questo primo progetto fu accompagnato dalla realizzazione di un video documentario. In seguito, la compagnia ha coniugato due vocazioni,  Teatro Sociale  e Commedia dell'Arte, attraverso la produzione di spettacoli, l'organizzazione di convegni e rassegne, la formazione didattica e l’apertura di laboratori artigianali di costruzione maschere. Oggi la Compagnia lavora in campo didattico e di produzione teatrale. Oltre ad un forte legame con la tradizione, la FraternalCompagnia compie ricerche e sperimentazioni legate all’attualizzazione della Commedia dell’Arte che hanno preso corpo nella progettualità di Mangiafuoco è ancora vivo (2003) , Arlecchino Grigio (2004-2006), Ricerca in Scena (2007-2009) e L'Eredità della Maschera (2009-20011), nonchè nella fondazione della Scuola di Teatro biennale Louis Jouvet che raccoglie diversi attori e insegnanti impegnati nella rilettura e rivalutazione dell’antico teatro popolare italiano.
 

Nomadi Urbani - Urban Nomad
Ideato e diretto da: Raymond Peyramaure
con: Giulio Ottaviani - Mattia Furlan – David Abatini - Silvia Di Landro
creazione musicale:Sergio Pejsachowicz
interpretazione musicale: Bandaradan
produzione: Scuola di Circo FLIC
coproduzione: Festival Fossano Mirabilia e Zelig Spettacoli

Un giorno, questo mondo così sturo di oggetti, si fermerà di colpo. Il pianeta non sarà più in grado di fornire il necessario perché questo percorso folle continui ed entrerà in una sorta di coma profondo. Non si potrà più produrre nulla e le città, in gran parte spopolate, si trasformeranno in “grandi giacimenti aperti al pubblico” dove piccole tribù e gruppi di individui verranno per cercare oggetti e materiali utili per la sopravvivenza.
Attraverso le discipline della danza, l’acrobatica, la clownerie, la manipolazione di oggetti, giocoleria, palo cinese, corda aerea si mette in scena la straordinaria quotidianità di quest’orda che cerca di sfruttare i resti di questa antica società dei consumi.
La scelta del luogo dove accamparsi, l’installazione del campo, le feste, i giochi, le lotte; il tutto nell’ottica di nuove usanze popolari, nuovi usi e costumi. Ci sarà da ridere.

La compagnia Circo dell’Uovo è composta da quattro giovani artisti David Abatini, Silvia Di Ladro, Mattia Furlan, Giulio Ottavini, formatisi alla scuola di circo FLIC e da questa selezionati. Utilizza le discipline circensi, la danza, l’espressione corporea, la manipolazione di oggetti, l’acrobatica, la musica per creare un vero e proprio linguaggio che permette di evocare situazioni o atmosfere caratteristiche della nostra epoca. Il Circo dell’Uovo” è un progetto che nasce nel settembre 2008 dalla scuola di circo Flic di Torino, per dare la possibilità agli allievi neodiplomati di creare un proprio spettacolo di circo contemporaneo. Questo progetto si è sviluppato nell’arco di nove mesi circa seguendo stages internazionali di danza, acrobatica, verticalismo, giocoleria, manipolazione di oggetti, palo cinese, clownerie.
 

La tempesta ovvero la magia dei sensi liberante ispirato da W. Shakespeare
Regia e drammaturgia   Alessio Nardin
Interpreti Francesca Bindelli, Giorgio Bertolotti, Giulio Canestrelli, Michele Mori, Alessio Nardin, Irene Turri
Musicista  Xenia Giordani
Maschere   Stefano Perocco
Danze e Coreografie  Nelly Quette
Canti   Marina Bartoli
Organizzazione: Monica Aggio
Promozione: Grazia La Naia
Hanno collaborato: Adriano Iurissevich, Renato Gatto

La trama trae spunto dalla commedia shakespeariana che va ad intrecciare fra realtà e fantasia, fatti storici legati alla gloriosa storia di Venezia e il mondo della magia e della implicazioni dei sensi nella magia del teatro e nel teatro come magia.
Prospero Granduca di Toscana e Alonso, doge despota di Venezia, sono due statisti in continuo contrasto a causa delle loro diverse culture. Il primo di nobili origini, è all’eterna ricerca della “pietra filosofale” che possa rendere più ricca, felice ed egualitaria tutta l’umanità. Il secondo invece veneziano, partito dal nulla è riuscito ad accedere alle più alte cariche nobiliari ed inizia a perseguire il suo proposito di tirannia e di conquista di un vasto impero, ostacolato però dalla presenza del Ducato di Prospero.
L’occasione di riscatto per entrambi giunge quando Antonio, fratello di Prospero, al suo inaspettato ritorno racconta di un’isola straordinaria, l’isola dei sensi, dove ognuno può realizzare le proprie fortune. In un intreccio di potere, matrimoni mancati, rapimenti e di interventi sovrannaturali, i sensi, stimolati dalla magia, condurranno i protagonisti in un viaggio inusuale e straordinario…

La Compagnia Internazionale Veneziainscena nasce nel 2005, selezionando attori di provenienza internazionale (Francia, Spagna, Irlanda, Argentina, Paraguay, Inghilterra, Italia), tra le centinaia di allievi del laboratorio internazionale di Commedia dell'Arte che dal 1996 Adriano Iurissevich e i suoi collaboratori tengono a Venezia. Con le sue diverse produzioni la compagnia ha partecipato a numerose manifestazioni di carattere nazionale e internazionale. Tra le principali ricordiamo:
XXIII Festival di Almeria (Spagna); Teatro in Campo 2005 a Venezia; Festival de Teatro Clasico de Olite (Spagna) 2006 e 2008; I Festival de Teatro Clasico de Olmedo (Spagna); III e VI Festival Internazionale di Commedia dell'Arte di Alcalà de Henares (Madrid, Spagna); IV Festival Internazionale di Commedia dell'Arte di Lisbona (Portogallo); XIX Festival de Teatro Clasico de Caceres (Spagna); Festival Internazionale di Teatro Barocco Cesky Krumlov (Repubblica Ceca); Comune di Milano-Teatro Carcano: Carnevale Ambrosiano 2006; Notturni d'arte 2005-2007 Palazzo del Bo (Padova).I Venice medfest 2008; Festival di Commedia dell’Arte di Bergamo 2006 e 2008, Carnevale di Venezia 2005-2009.

Indietro
Quando: Da 18-lug-2009 A 25-lug-2009
Dove: Cavallino-Treporti
Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!