L'isola di Sant'Erasmo

L'isola di Sant'ErasmoL'isola di Sant'Erasmo è una delle più grandi della Laguna di Venezia (lunga 4 km e larga dai 500 ai 900m) situata in una zona di grande importanza strategica per il collegamento tra la Laguna Nord (Murano, Burano, Torcello) ed il Litorale di Punta sabbioni, Treporti e Cavallino.


"Fra le isole che fanno argine alla Laguna di Venezia, si communera quella si Sant'Erasmo con belle vigne e giardini, da' quali si somministra alla Metropoli quantità di erbaggi e frutti perfetti...." questa è la definizione fatta da Coronelli nel suo famoso "Isolario dell'atlante Veneto" edito a Venezia nel 1696.
Sant'Erasmo era considerata dunque, e lo è ancora, come l'orto di Venezia in cui si producono verdure che per la loro bontà, dovuta alla particolarità del terreno, in parte sabbioso ed in parte cretoso, sono molto ricercate e richieste al mercato di Rialto. Al giorno d’oggi è famosa per i suoi carciofi (Consorzio Carciofo Violetto di S.Erasmo ), i cardi e gli asparagi. Viene anche prodotta una certa quantità di vino, a cui dedicata anche una delle feste più popolari di Venezia e della Laguna, la "Festa del Mosto", la prima domenica d'ottobre.

Purtroppo da qualche tempo questo polmone verde della Laguna è sempre più abbandonato a sé stesso, mancano gli investimenti e scarseggiano i servizi e tutto questo ha portato al progressivo abbandono dell’isola da parte degli abitanti, alla diminuzione delle nascite e alla perdita delle tradizioni. Gli abitanti sono circa settecento e i servizi presenti sono: un minimarket, un bar-pizzeria, un ristorante, un albergo, la chiesa parrocchiale, la scuola elementare con pluriclassi, una scuola materna per i pochissimi bambini, e un centro operativo della protezione civile. L’unica nota positiva che si può riscontrare in questo quadro non molto felice è il mantenimento dell’ecosistema dell’isola.

Tra i luoghi di interesse da visitare nell’isola ricordiamo la torre Massimiliana, ricordo della periodo di dominazione austriaca, quando il litorale fu fortificato con postazioni militari. Ideata dall'arciduca Massimiliano, che si era ispirato a concetti difensivi medioevali, la torre, che risale al 1830-40 e di cui si hanno altri esempi a Verona e a Trieste, ha uno schema base di tipo poligonale ed è costituita da due piani voltati che hanno 25 m. di diametro e servivano sia da alloggi che da magazzini. Ancora oggi di proprietà militare, anche se in uso a privati, la Torre domina un panorama di 360 gradi: dal litorale di Treporti e Punta Sabbioni, al Lido, a Murano, alla Laguna nord.



Informazioni:

Archeoclub
Telefono:
0415206713
Fax:
0415206446

Come arrivare

Per raggiungere Sant'Erasmo ci s'imbarca a Venezia Fondamenta Nuove o a Treporti Ricevitoria sui vaporetti della linea 13 dell'Actv.
Chi arriva in auto è costretto a lasciarla a Mestre o a Treporti, dove molti residenti parcheggiano la propria auto di "terraferma".

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!