Agosto a Venezia

di Fabio Marzari | venews

Agosto a VeneziaAgosto a Venezia offre a chi non va in vacanza e ai molti turisti che affollano la città, una varietà di eventi: tra mostre d'arte, concerti, serate di cinema all'aperto e spettacoli in campo, agosto è il mese ideale per riappropriarsi della città e dei suoi spazi, approfittando del tempo libero per scoprire o riscoprire luoghi urbani insoliti e magari poco affollati, dove trovare riparo dalla calura e dalla noia estiva...

Strano mese agosto, un tempo sinonimo di vacanze diffuse, di un’Italia chiusa per ferie, di esodi e di controesodi.
Ora internet, l’avvento dei voli low cost, un differente rapporto con il tempo e non c’è più l’agosto di una volta. Ma non si può dire che sia un mese uguale agli altri, si avverte nell’aria, nei primi giorni del mese, una voglia diffusa di ‘disimpegno’, mentre passato Ferragosto, subentra quell’atmosfera di nostalgia che ricorda certe anziane parenti che durante il pranzo di Natale erano solite affermare «anche quest’anno le feste sono già finite».
Una volta le tribù urbane dei visi pallidi erano compatite da schiere di abbronzati, adesso il sole artificiale regala pelli caraibiche senza allontanarsi da casa: quindi in un clima di rimescolamento generale non si capisce più nulla e l’estate in città assume contorni meno inquietanti rispetto al clima di deserto di qualche lustro addietro.
Se poi la città in questione è Venezia, allora siamo al quasi Eden, sempre che le offerte speciali di compagnie aeree e di alberghi non siano così convenienti da convogliare orde di turisti smanicati, pigramente in giro per la città, a colmare il vuoto prima di settembre, che per Venezia è un continuo vortice di eventi che si susseguono a ritmo forsennato.
Anche in terraferma i vari problemi legati al quotidiano si sono dissolti; la grande distribuzione, oltre a garantire un fresco artificiale e democratico, consente una socializzazione coatta tra individui non in vacanza. Un esercito di donne scollacciate e per nulla charmant e di uomini in ciabatte e pinocchietti (ma perché non ci si guarda allo specchio prima di uscire di casa?!) affollano i luoghi deputati allo shopping domestico. Non solo centri commerciali comunque e per fortuna!
La Biennale regala spazi di fresco intrattenimento nel contemporaneo dell’arte; le chiese di Venezia rappresentano sempre un approdo felice per lo spirito e per i sensi, affaticati dalla calura, e poi Peggy Guggenheim Collection, Palazzo Grassi, Museo Correr, Palazzo Fortuny, le Gallerie dell’Accademia, Ca’ d’Oro, Ca’ Pesaro… Tutti luoghi che possono agevolmente essere visitati per rinfrescare i neuroni con getti di freschi stimoli culturali.
Agosto è il mese ideale per riappropriarsi della dimensione cosmopolita del territorio che ci ospita, regalandosi un drink in un luogo nuovo e suggestivo, come la terrazza panoramica dell’Hilton, oppure un Bellini al banco dell’Harry’s Bar, locale assai ben climatizzato, in tutti i sensi...
Scoprire angoli di Venezia inediti, perdersi in zone non consuete al passaggio quotidiano, godersi un film sotto le stelle a San Polo e poi spingersi per una passeggiata ed un gelato alle Zattere, sentirsi, insomma, padroni della città.
Prendere un vaporetto notturno ed arrivare fino al Lido, camminare lungo la battigia, rincasare nel cuore della notte dopo aver visto le luci notturne del Canal Grande al costo di un biglietto ACTV.
Se poi la nostalgia delle spiagge affollate o dei sentieri montani onusti di passeggiatori dovesse cogliervi in maniera improvvisa, esiste sempre un aeroporto ben collegato con tutto il mondo a 15 minuti di auto da Piazzale Roma e le Dolomiti sono a poco più di un’ora e mezza di viaggio…
 
 
di Fabio Marzari | venews agosto 2007 
 
Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!