Scuola Grande di San Marco

Scuola Grande di San MarcoLa Scuola Grande di San Marco, affacciata sul Campo Santi Giovanni e Paolo, è una delle più significative opere architettoniche del primo Rinascimento veneziano. Al giorno d’oggi costituisce l'ingresso principale dell' Ospedale Civile SS. Giovanni e Paolo.

 

La scuola fu fondata nel 1260 e inizialmente aveva sede nell’omai scomparsa chiesa della Santa Croce, nelle vicinanze di Piazzale Roma, nell’area degli odierni giardini Papadopoli. Nel 1437 i Domenicani dei Santi Giovanni e Paolo concessero ai confratelli un’area in cui costruire la nuova sede. I lavori furono diretti da Pietro Lombardo e Giovanni Buora, ma il loro edificio venne completamente distrutto da un incendio nel 1485. I lavori della ricostruzione furono affidati a Mauro Codussi che realizzò una sede ancora più grande, ricca e fastosa della prededente. In seguito, nel 1523, il complesso fu allungato posteriormente, verso il Rio dei Mendicanti, grazie all’intervento di Jacopo Sansovino.

La facciata ha una struttura asimmetrica che rispecchia la divisione interna degli spazi, col salone a sinistra e la sala dell’albergo a destra, ed è molto ricca di altorilievi. Sul lunottone sopra il portale è presente un altorilievo raffigurante San Marco tra i confratelli e ancora più sopra una statua della Carità, entrambe opere di Bartolomeo Bon. Le decorazioni dell’ordine inferiore, i due leoni marciani e due episodi della vita di San Marco, Battesimo di Sant’Aniano e Guarigione di Sant’Aniano, sono opera dei Lombardo.

Al piano superiore si trovano il salone e la sala dell'albergo, con splendidi soffitti lignei a cassettoni a finiture dorate. Presentavano una ricchissima decorazione pittorica che andò dispersa dopo la soppressione della confraternita. Alcune tele con storie di San Marco di Jacopo Palma il Vecchio, Jacopo Palma il Giovane, Domenico Tintoretto, Vittore Belliniano e del Padovanino sono state riportate nella loro sede originaria. Altri dipinti con analogo soggetto di Jacopo Tintoretto (tra cui il Miracolo di San Marco), Paris Bordone, Gentile e Giovanni Bellini sono esposte alle Gallerie dell'Accademia o alla Pinacoteca di Brera.

Nel 1807 la confraternita venne soppressa e l’edificio adibito a ospedale militare, poi trasformato in ospedale civile dal governo austriaco.

 

Curiosità
Scuola Grande di San MarcoDinanzi alla scuola campeggia una statua equestre dedicata a Bartolomeo Colleoni, uno dei capitani di ventura più intraprendenti del XV secolo. Il monumento, realizzato da Andrea di Francesco di Cione, detto il Verrocchio, maestro di Leonardo da Vinci, ha una storia molto curiosa. Il condottiero bergamasco aveva espresso la volontà che dopo la sua morte un monumento a lui dedicato fosse posizionato davanti a San Marco, intendendo così la Basilica. La Repubblica, però, decise di accontentarlo con un escamotage, ovvero posizionando sì la statua dinanzi a San Marco, ma non alla Basilica, bensì alla Scuola. 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!