Scuola di San Giorgio degli Schiavoni

Scuola San Giorgio Schiavoni - facciataLa Scuola, detta anche Scuola Dalmata di San Giorgio e Trifone, è situata nel sestiere di Castello, vicino al Ponte della Commenda e all'inizio di Calle dei Furlani. E’ stata una delle scuole di mestiere e di devozione di Venezia, ed è attualmente sede di una pinacoteca. Sebbene non rientri tra le “grandi”, la Scuola riveste comunque un significato importante nella storia sociale ed artistica della città.


Fu fondata nel 1451 per volere degli Schiavoni, ovvero le popolazioni della Dalmazia soggette alla Repubblica di Venezia, la cui presenza era massiccia in città (tanto da dare il nome anche ad una riva, Riva degli Schiavoni, dove approdavano le loro navi mercantili). Tutti coloro che erano originari di quei luoghi sentirono il bisogno di riunirsi in una sede per riconoscere e testimoniare la loro identità e cultura. Venne così acquistato l’ex ospedale di S.Caterina e restaurato nel 1551 su progetto di Giovanni de Zan: fu creata la sala al piano terra per le funzioni religiose mentre la sala al piano superiore venne, come di consueto, adibita alle riunioni della Confraternita.

Probabilmente la Scuola sarebbe rimasta una delle tante associazioni minori, se non fosse che nel 1502 ricevette una di quelle donazioni che ne procurò una fama smisurata. Il patriarca di Gerusalemme morente, infatti, consegnò al capitano delle truppe veneziane in Grecia la reliquia di S.Giorgio il quale a sua volta la consegnò alla Scuola che ne consacrava il Santo. Oltre a questo, è da ricordare che nello stesso anno Vittore Carpaccio consegnò alla Scuola i suoi lavori relativi al ciclio di S.Girolamo, S.Trifone e S.Giorgio, i tre santi dalmati: capolavori dove il Carpaccio raggiunge la perfezione della propria poetica pittorica. Tra questi lavori quello di maggior rilievo è il ciclo relativo agli episodi della vita di San Giorgio, con il celebre "San Giorgio uccide il Drago".

Con la nota soppressione napoleonica di inizio ottocento, la Scuola come altre rischiò di venire cancellata per sempre: solo il buon senso di Eugenio Napoleone stesso, portò al ritiro del decreto, permettendo alla Confraternita degli Schiavoni di giungere ai giorni nostri.


Informazioni

Indirizzo: Calle Furlani 3259 a- Castello
Orario: dal 1 novembre al 31 marzo dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; la domenica dalle 10 alle 12.30, chiuso il lunedì; dal 1 aprile al 31 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30; la domenica dalle 9.30 alle 12.30.
Chiuso il lunedì (nonché nei giorni festivi infrasettimanali e, senza preavviso, per le esigenze della Confraternita). La biglietteria chiude 20 minuti prima; telefonare preventivamente, soprattutto se si è in gruppo.
Ingresso: intero euro 3; euro 2 per studenti minorenni e gruppi di oltre 20 persone. Gli accompagnatori delle persone disabili entrano gratuitamente
Telefono: +39 041 5228828
Come arrivare: per arrivare alla Scuola di San Giorgio degli Schiavoni le fermate dei vaporetti più vicine sono "San Zaccaria", (linee 1-2-41-42-51-52), e "Arsenale", (linee 1-41-42). 

 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!