Casa di Carlo Goldoni

Casa di Carlo GoldoniNel palazzetto gotico di Ca' Centanni, a San Polo, si trova la casa dove, il 25 febbraio 1707, nacque il celebre commediografo, Carlo Goldoni. L'edificio ospita un piccolo museo goldoniano ricco di moderne suggestioni didattiche, una Biblioteca che conserva un'ampia documentazione delle opere goldoniane e l'Istituto internazionale per la ricerca teatrale, oltre al celebre teatrino di marionette proveniente da Ca’ Grimani ai Servi e già incluso nelle collezioni di Ca’ Rezzonico. 


L’archivio e la biblioteca conservano testi e studi teatrali con manoscritti originali (oltre 30.000 opere). Ca' Centanni, o Centanni, meglio conosciuta come la "Casa di Carlo Goldoni", fu eretta nel XV secolo e conserva tutte le caratteristiche dell'architettura gotica a Venezia di quel periodo. Particolarmente interessante, oltre alla facciata a trittico sul canale con ricca quadrifora, l'ingresso da calle dei Nomboli sul cortile con la suggestiva scala esterna a due rampe e parapetto a colonnine in pietra d'Istria.

Di proprietà della famiglia Rizzo, venne in seguito affittata alla famiglia Centanni e fu allora (sec. XVI) che ospitò una fiorente Accademia artistico-letteraria. Verso la fine del '600 vi si stabilì il nonno paterno di Carlo Goldoni, Carlo Alessandro, notaio di origine modenese. La famiglia Goldoni rimase in questa casa, in cui Carlo nacque il 25 febbraio 1707, fino al 1719.

Nel 1914 Aldo Ravà, insigne studioso del '700 veneziano, il conte Piero Foscari ed il commendatore Antonio Pellegrini acquistarono il palazzo dall'ultima proprietaria, la contessa Ida Manassero Camozzo; l’idea era quella di trasformarlo in una struttura museale da dedicare, in nome del grande commediografo, a tutta l’arte drammatica italiana. Il progetto si fermò a causa della guerra e, nel 1931, Ca’ Centanni fu donata al Comune di Venezia affinchè fosse restaurata e destinata, modificando un po’ l’idea originaria, a museo goldoniano e centro di studi teatrali. I nuovi eventi bellici rallentarono i lavori di restauro, completati solo nel 1953. Nel giugno di quello stesso anno la Casa fu aperta al pubblico, ospitando un piccolo museo goldoniano e di cimeli teatrali veneziani ma concentrando la propria attività soprattutto sul centro studi e al costante incremento della sua biblioteca e dell’archivio.


Informazioni utili

Per maggiori informazioni consultate il sito www.visitmuve.it 
 
 

 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!