La tecnologia indossabile sbarca a Venezia: Locast, dal web 2.0 allo spazio 2.0

2-set-2009
di Maria Giulia Palazzo | Redazione VeneziaSi

La tecnologia indossabile sbarca a Venezia: Locast, dal web 2.0 allo spazio 2.0Locast è un progetto del Massachusset Institute of Technology e Rai Nuovi Media che ha come obiettivo quello di sperimentare lo spazio 2.0, ovvero far vivere ai visitatori della città di Venezia un’esperienza nuova in una “augmented reality”, in cui alla realtà percepita dal soggetto si sovrappone una realtà virtuale generata dal computer. Il progetto è il prodotto della collaborazione tra il MIT Mobile Experience Lab e la Rai che è nata per condurre ricerche avanzate sul futuro della televisione su dispositivi mobili in contesti urbani e storico-culturali.

Locast è una piattaforma innovativa per la condivisione di video prodotti dagli utenti e di prodotti multimediali di qualità offerti da Rai Tv. Questi contenuti multimediali sono “location-based”, ovvero possono essere geo-referenziati ed essere così forniti all’utente in base ai luoghi che sta visitando.

Questa esperienza si basa sulla combinazione di tre elementi: un computer, un telefono cellulare e un monitor indossabile che trasmette all’utente le informazioni multimediali relative al luogo in cui si trova.
In pratica funziona cosi:

  1. utilizzando il computer ci si autentica in Locast mediante login e password e si crea il proprio itinerario. Per aiutare l’utente nella scelta del percorso da seguire, Locast fornisce informazioni utili quali video, ebooks e pdf relativi alla città d’arte. Durante il viaggio Locast può anche fornire informazioni sui trasporti, il tempo, collegamenti a webcam e altro. Inoltre, scaricando il podcast “Food for your eyes”, consente di ammirare immagini di Venezia e di “assaggiare” come sarà l’esperienza turistica in città.

  2. Una volta giunti in città, Locast permette di vivere un’esperienza a cui concorrono lo spazio fisico e quello virtuale corrispondente. Utilizzando un telefono cellulare collegato ad Internet tramite WiFi si può facilmente seguire l’itinerario prescelto ed ottenere informazioni utili. Il cellulare, con un applicazione Locast, comunica via Bluethoot col monitor indossabile, permettendo così all’utente di guardare contenuti multimediali relativi al luogo che sta visitando (ad esempio, sul patrimonio museale, sugli eventi ecc) o girare il proprio da inviare in tempo reale ad altri utenti Locast o da pubblicare sul proprio profilo nei social network (Facebook or Twitter). In pratica si può arricchire la propria esperienza di visitatore usufruendo di un sistema “sensibile al contesto” che propone contenuti e che permette di scaricarli. Gli utenti possono quindi portare a casa anche dei souvenir digitali.

  3. Tornati a casa potrete comunque continuare a comunicare con la community di Locast e condividere la vostra esperienza a Venezia grazie alla vostra pagina personalizzata Locast. Il monitor indossabile può essere convertito in una cornice digitale dove mostrare ai vostri ospiti le foto scattate a Venezia o i contenuti scaricati durante il viaggio
Il test è stato effettuato dal 3 al 10 luglio, in occasione dell’inaugurazione della rete Wifi “Cittadinanza Digitale”. Il sito, all’interno dell’area riservata, raccoglie alcuni contributi degli utenti effettuati durante il periodo di testing. Dateci un’occhiata, vi renderete conto delle potenzialità di questa nuovo sistema.

Web: http://locast.mit.edu

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!