Making Interstices

29-mag-2009
Il Padiglione dell'Asia Centrale alla 53. Esposizione Internazionale d'Arte

Making IntersticesI paesi dell'Asia Centrale (Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan) parteciperanno alla 53. Esposizione d'Arte – La Biennale di Venezia, da giugno a novembre 2009, con un progetto a cura di Beral Madra, curatrice e critica turca in collaborazione con Vittorio Urbani, commissario(Nuova Icona, Venezia), e Nazira Alymbaeva (Kirghizistan), assistente curatore.
Tra gli artisti presenti Ermek Jaenisch, Jamshed Kholikov, Oksana Shatalova, Anzor Salidjanov, Yelena Vorobyeva & Viktor Vorobyev.

Making Interstices cercherà di individuare diverse modalità di fare arte nel complesso contesto globale.
Se Making Worlds introdurrà il più ampio spettro della produzione artistica contemporanea, Making Interstices indicherà il modo di lavorare e produrre arte nei paesi dell'Asia Centrale attraverso le numerose turbolenze politiche ed economiche che ne hanno segnato gli ultimi trent'anni di storia.

Le violente complicazioni determinate dal processo di globalizzazione hanno ostacolato e peggiorato la capacità degli artisti di scoprire, utilizzare e sfruttare ciò che rimane negli interstizi di una generale strategia economica e politica convenzionale e spesso oppressiva.

Making Interstices è una strategia che permette all'artista di configurare liberamente i propri pensieri e desideri e di convogliarli in un approccio tattico, sperimentale ed esplorativo che si concretizza nell'arte....

False Fabrics of the World di Ermek Jaenisch è una serie di fotografie che rivela il carattere ibrido di monumenti sovraccarichi di simboli e significati storici e moderni che mescolano il desiderio di orientalizzazione con il cinismo postmoderno.

Bus Stops di Jamshed Kholikov è un ambizioso viaggio attraverso gran parte dell'Asia Centrale: l'artista ha documentato le fermate degli autobus quali creazioni che hanno rimpiazzato di fatto l'idea del monumento storico, tradizionale ed ideologico.

Le immagini di Anzor Salidjanov fondono ironicamente i significati dei grandi capolavori della storia dell'arte occidentale con la realtà di tutti i giorni e le immagini locali facendo proprie metodologie di tipo de-costruttivo e ricostruttivo.

Il lavoro di Oksana Shatalova, SPA-silk-milk-mysterious life documenta una performance con immagini divertenti, ironiche ed accattivanti per lo spettatore, ma in grado di sollevare domande fondamentali sull'uso del latte, simbolo in Asia Centrale della vita naturale, del potere della natura e dell'abbondanza.

L'installazione di Yelena Vorobyeva & Victor Vorobyev, Day-Night & Sleeping Artist è un tableau ambientale, un poetico video di una natura morta e di un artista dormiente che forse, quando si risveglierà, potrà realizzare grandi capolavori per il mondo intero....

L'inaugurazione del Padiglione dell'Asia Centrale si terrà il 4 giungo 2009 alle ore 18.00 per la stampa, e alle ore 19.00 per i professionisti e per il pubblico generico.

 

Informazioni utili:

Palazzo Molin
Fondamenta delle Zattere 1411
Venezia
Vaporetto:
61-62-2 (fermata San Basilio) e 51-2 (fermata Zattere)
Sito web: www.centralasiaart.org ; www.centralasiaart.net
Per ulteriori informazioni: bmadra@tnn.net press@nuovaicona.org

Il Padiglione del Centro Asia è stato reso possibile da HIVOS – The Humanist Institute for Development Cooperation, Olanda www.hivos.nl con il supporto (per la stampa e le pubblicazioni ) di Printcenter (Istanbul) www.printcenter.com.tr e la collaborazione di B.M. SUMA (Istanbul)

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!