Venicemarathon 2007

17-ott-2007
Ne è passata di ‘acqua’ sotto e anche sopra i ponti, da quando, nell’ormai lontano maggio 1986, Piero Rosa Salva e company decisero di organizzare la prima edizione della Venicemarathon (nome anglo-sassone, ma pensate quanto suona meglio Maratona di Venezia...), allora targata Salvatore Bettiol.

Il piccolo maratoneta trevigiano di Volpago del Montello, concesse addirittura il bis andando a vincere anche la seconda edizione del 1987, ‘trasportata’ giustamente nel tempo al mese di ottobre.

Domenica 28 ottobre, quindi, andrà in scena sul lungo ‘palcoscenico’ che si snoda dalla villa Pisani di Stra fino a Riva degli Schiavoni, il ventiduesimo atto di questa manifestazione, diventata a tutti gli effetti una classica del panorama mondiale della maratona, alla pari delle più ‘celebrate’ New York, Londra, Boston, Tokio, soltanto per citarne alcune.
È un dato di fatto, parlano i numeri. Dalle mille presenze scarse del 1986 ai quasi settemila partecipanti delle ultime edizioni, provenienti da oltre trenta Paesi.
Sulla scia del grande successo veneziano sono nate recentemente le maratone di Sant’Antonio di Padova, la maratona di Treviso e la neonata Nightmarathon di Jesolo, come a dire che il Veneto è diventato di fatto la ‘capitale’ della corsa prolungata italiana .
A voler cercare il pelo nell’uovo, un piccolo “difetto” la gara lagunare ce l’ha, anche se è un difetto comune a quasi tutte le più importanti corse su strada del nostro Paese.
Non vince mai, o quanto meno quasi, un atleta azzurro. L’ultima vittoria in laguna è firmata da Danilo Goffi, addirittura nel 1995, quando s’impose al termine di una straordinaria lotta con l’altro italiano Giacomo Leone, che poi un paio d’anni dopo vinse a New York. Dopo il ricordo di Goffi, ormai quasi una ‘cartolina’ sbiadita, una serie infinita di successi africani (kenioti, marocchini, etiopi ecc…).
Hanno provato in tanti: Daniele Caimmi, Vincenzo Modica, Migidio Bourifa, Giuliano Battocletti, tutti i migliori, fino allo sfortunato Alberico Di Cecco, il quale l’anno scorso lottò strenuamente fino alla fine, ma poi dovette cedere all’ennesimo keniota Jonathan Kosgei (confermato anche per l’edizione 2007, come pure gli ‘storici’ Goffi e Leone).
Forse per sovvertire questa tradizione si potrebbe trovare una soluzione, tra l’altro paventata anche nelle scorse edizioni, ma questa volta ci sembra più abbordabile: ingaggiare il campione olimpico Stefano Baldini. Il fuoriclasse emiliano ha trentasei anni e non ha corso i mondiali.
Non è sicura la sua presenza a Milano e alle Olimpiadi di Pechino 2008 (probabile ultima sua maratona) sono lontane.
Un ‘piccolo’ sforzo, mano al portafoglio e forse lo ‘spettacolo’ sarà assicurato.

 

di Valter Esposito | :venews
ottobre 2007

 

«22a Venicemarathon»
Domenica 28 ottobre
Partenza da Villa Pisani-Stra (Ve) ore 9.20

 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!