San Marco

San MarcoCi apprestiamo alla visita del Sestiere di San Marco e alla scoperta del “cuore” di Venezia.
Centro politico e giudiziario sin dall’antichità, oltre ad ospitare il maggior numero di ristoranti, negozi e hotel di lusso, vi si trovano anche chiese imponenti, tre teatri, inclusa la Fenice, da poco riaperta dopo il rogo del 1996, oltre ad uno stuolo di palazzi tra i più maestosi della città.

La nostra passeggiata ha quindi inizio a Campo San Vidal, entriamo nella Chiesa del XI secolo, dalla caratteristica facciata in stile palladiano, da cui prende nome il campo, ad ammirare il San Vitale di Vittore Carpaccio.

Usciti, arriviamo fino a Campo Santo Stefano, al centro del quale domina la statua dell’intellettuale dalmata a capo dei moti del 1848 Nicolò Tommaseo, mentre in lontananza percepiamo le note che escono di continuo dalle finestre del Palazzo Pisani, sede del Conservatorio Benedetto Marcello.

Ci dirigiamo ora oltre Campo San Maurizio e lasciata sulla nostra sinistra l’esuberante facciata barocca di San Moisè, arriviamo al Museo Correr in cui la vista della Pietà di Giovanni Bellini e delle altre meraviglie della pinacoteca, sono solo il preludio di ciò che ci attende una volta all’esterno.
Eccoci finalmente di fronte a quello che fu battezzato da Napoleone “il più elegante salotto d’Europa”: Piazza San Marco.
Qui la nostra attesa per entrare nella Basilica, con le sue stravaganti cupole bizantine e quel gusto particolarissimo per la decorazione preziosa, è ripagata ampiamente dalla visita. All’interno, la misteriosa luce riflessa dai mosaici orientali e le dimensioni incredibili del luogo, creano un senso di confusione mista a stupore difficile da dimenticare.

Indescrivibile dietro l’altare, lo sfarzo della Pala d’Oro, magnifica icona del X secolo composta da 250 riquadri adornati da migliaia di pietre preziose. Di nuovo all'esterno, immancabile un rapido sguardo dalla sommità del Ponte della Paglia al Ponte dei Sospiri, attraverso il quale i condannati da Palazzo Ducale erano condotti alle antiche prigioni dei Piombi.

Il nostro sguardo corre lungo il Palazzo Ducale, la Piazzetta con le due colonne, i portici delle Procuratie Vecchie e Nuove, con i caffè più antichi e caratteristici di Venezia.

Superato qualche timore decidiamo di concludere il nostro percorso con una visita al Campanile. Edificato nel 1173 e ricostruito dopo il crollo del 1902, con i suoi 100 metri di salita in ascensore regala una vista del panorama ineguagliabile...

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!