La Festa della Sensa

La Festa della SensaLa Festa della Sensa è una delle più antiche celebrazioni veneziane: si svolge ogni anno a maggio, il giorno della festa dell’Ascensione, data in cui si celebra il simbolico Sposalizio di Venezia col Mare in memoria di due importanti vittorie della flotta navale veneziana, facendo così rivivere la millenaria storia della Serenissima, il suo rapporto privilegiato con il mare e con la pratica della Voga alla Veneta.

 

La storia della Festa della Sensa

La Festa della Sensa (Festa dell'Ascensione) era una festività della Serenissima Repubblica di Venezia  celebrata in occasione del giorno dell'Ascensione di Cristo (in dialetto veneziano Sensa) per commemorare due importanti vittorie nella storia della Repubblica Marinara.

La prima volta si festeggiò il 9 maggio dell'anno 1000, in onore dell'impresa navale del Doge Pietro Orseolo II, partito nel 998 per soccorrere le popolazioni della Dalmazia minacciate dagli Slavi.
Per celebrare la vittoria venne decretato che il giorno dell’Ascensione venisse commemorato l’avvenimento.
Questa data sancì infatti l'inizio del cammino intrapreso da Venezia per il dominio del Mare Adriatico, al quale tendeva fin dalle sue origini non tanto per motivi di conquista, quanto per questioni di sopravvivenza.
L'arresto dell'espansione slava permise alla Repubblica di Venezia di raggiungere questo obiettivo ed il possesso territoriale divenne ormai superfluo, tanto che le città dalmate pagavano a Venezia blandi tributi, regolati secondo le proprie risorse naturali ed economiche.

La seconda vittoria avvenne nel 1177 quando il Doge Sebastiano Ziani accolse Papa Alessandro III e Federico Barbarossa nella Basilica di San Marco, dove stipularono il trattato di pace che pose fine alla diatriba secolare tra Papato e Impero.
Il Papa, come ricompensa al Doge per i servizi resi, gli fece dono di un anello benedetto con il quale riconfermò a Venezia il dominio sui mari.
Da quel giorno, ogni anno si celebra il famoso rito dello Sposalizio di Venezia con il mare: il Doge, a bordo del Bucintoro, (il battello di stato vogato dagli Arsenalotti) seguito da un corteo affollatissimo di barche di ogni tipo addobbate a festa, raggiungeva S. Elena, all’altezza di San Pietro di Castello, dove lo attendeva il Vescovo, a bordo di una barca con le sponde dorate, per dargli la benedizione.
Per sottolineare la potenza indiscussa della Serenissima sul mare, la festa culminava con una sorta di rito propiziatorio: il Doge, una volta raggiunta la Bocca di Porto, lanciava nelle acque l'anello d’oro donatogli dal Papa, simbolo dell'unione tra la Repubblica di Venezia ed il mare e del dominio della città sull'acqua.

Nei secoli scorsi la festa della Sensa ha giocato un ruolo fondamentale nella vita sociale e politica di Venezia, risultando una delle celebrazioni più importanti e sfarzose, in cui si intrecciano leggenda, mito e storia della città.
 
 
La Festa della Sensa oggi 

Dal 1965 Venezia ha ricominciato a celebrare la Festa della Sensa, con un programma di eventi che oggi va ben oltre la semplice rievocazione: il “Gemellaggio Adriatico” riunisce oggi alla Serenissima una città o un’area geografica che ha avuto nella storia un particolare rapporto con Venezia, unite in un vincolo culturale, di amore per il mare e per le attività ad esso collegate.

Oggi la figura del Sindaco sostituisce quella del Doge. Il Sindaco e il Patriarca, insieme alle altre autorità civili e religiose, arrivano in barca fino a S. Nicolò, dove effettuano il rituale lancio dell’anello d'oro nelle acque della laguna.  
Ad accompagnare la rievocazione storica ci sono oggi il corteo dogale in Piazza San Marco, il Mercatino della Sensa presso la chiesa di San Nicolò di Lido, le competizioni di voga alla veneta, il corteo acqueo delle Associazioni Remiere, la Festa al Forte di S. Andrea e molte altre manifestazioni, a conferma del fatto che, nonostante oggi sia diventato un evento di risonanza internazionale, la Festa della Sensa rimane una manifestazione dall’animo popolare, espressione della città che recupera gli aspetti più autentici del suo passato e li reinterpreta nei loro diversi aspetti: ludico, religioso e soprattutto storico.

Questo evento riserva infatti ai suoi spettatori un approccio unico con la città, non stereotipato, arricchito dal fatto di poter assistere alla manifestazione fianco a fianco con i veneziani, veri protagonisti della festa.

Se storicamente la Sensa è il frutto di una serie di riti e manifestazioni civili e religiose della Repubblica Serenissima, oggi le si preferisce attribuire il significato di una festa del mare,  un momento di grande aggregazione, di presa di coscienza della storia e delle tradizioni veneziane: la festa della città e del suo rapporto indissolubile con il mare. 


Per informazioni:


Comune di Venezia
Tel.(+39)0412747737
Assessorato al Turismo - Promozione e Manifestazioni

Tel. 0412747739

VENEZIA MARKETING & EVENTI S.P.A.
Dorsoduro 948 – 30123 Venezia
Tel +390412412988
Fax +390415287573
Email: info@veneziamarketingeventi.it
Web: www.sensavenezia.it

 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!