Villa Foscari

'La Malcontenta', Mira

Villa FoscariVilla Foscari, detta 'La Malcontenta', è l'imponente residenza che i fratelli Nicolò e Alvise Foscari commissionarono verso il 1560 al celebre architetto Andrea Palladio. Il complesso è situato nel territorio di Mira (Venezia), lungo il Naviglio del Brenta.

Secondo la leggenda, l'edificio deve il nome di 'Malcontenta' a una dama di casa Foscari (Pellegrina Gradenigo, moglie di Giovanni Foscari, o Elisabetta Dolfin o ancora Elisabetta Loredan, spose a Nicolò e ad Alvise Foscari), esiliata tra le mura della villa per espiare colpe imperdonabili commesse ai danni del marito. In realtà il luogo su cui sorge Villa Foscari risulta così soprannominato già dal 1431, quando il canale scavato per portare le acque del Brenta da Oriago alle valli di S. Ilario fu chiamato 'fossa dei malcontenti' per la disapprovazione degli abitanti di Padova e Piove di Sacco. Altri propendono invece per una diversa spiegazione: agli inizi del '500 la zona sarebbe stata chiamata 'Malcontenta', da 'Brenta mal contenuta', a causa dei frequenti straripamenti del fiume.

Il prestigio dei committenti si riflette nella maestosità architettonica dell'edificio, a cui si aggiungono le ricche decorazioni interne, frutto della maestria di Gian Battista Zelotti e di Battista Franco.

Nella struttura della villa si mescolano elementi della tradizione edilizia lagunare e dell’architettura greco-romana. L'edificio sorge infatti su un alto basamento che le conferisce la magnificenza di un tempio antico. Inoltre il pronao ionico della facciata, con maestose colonne e due grandi scalinate laterali, richiama evidentemente i principi architettonici dei templi pagani. D'altro canto la facciata principale è rivolta verso l’acqua, com'era consuetudine per i palazzi veneziani. Le gradinate di accesso, poi, imponevano una sorta di percorso cerimoniale agli ospiti in visita.

La villa è una sapiente dimostrazione della maestria palladiana nell’ottenere effetti monumentali dall'impiego di materiali poveri, principalmente mattoni e intonaco. L'intero edificio, colonne comprese (a eccezione delle basi e dei capitelli), è proprio in mattoni ed è stato poi ricoperto da un intonaco a marmorino che simula il bugnato lapideo.

La villa ha accolto ospiti illustri in ogni epoca: il re di Francia Enrico III, Emanuele Filiberto di Savoia, Federico IV re di Norvegia e Danimarca, i duchi di Windsor e molte altre personalità di rilievo internazionale.


http://www.lamalcontenta.com/

 

Indietro
Share/Save/Bookmark

La tua vacanza inizia da qui

Call Center Prenotazioni Alberghiere

  Tutti i giorni dalle 8.00 alle 21.00 tel. 041 5222264 oppure
199 173309
 

Welcome Desk

5 Welcome Desks nei punti strategici di arrivo in città!